Itinerari turistici di gastronomia: Morgongiori

sagra delle lorighittasUna Festa nel cuore di Morgongiori.

Al sole d’agosto il centro Morgongiori si riempie di profumi e sensazioni indimenticabili, per celebrare la più gustosa delle sue tradizioni: La Sagra delle Lorighittas e del Porchetto arrosto.

Tutti gli anni la prima settimana d’agosto riserva infatti due giornate al culto del gusto e delle tradizioni gastronomiche di Morgongiori, regalando al visitatore la possibilità di immergersi in una festa sorprendentemente ricca di emozioni.

 L’artigianato tipico e l’arte locale si mostrano ai turisti fra le antiche case di basalto e trachite, e fra le strette vie, musiche e canti sardi creano l’atmosfera ideale. - leggi tutto -

Il pane nelle ricorrenze pasquali

Ad ogni paese il suo pane, ad ogni pane la sua festa

La tradizione del pane in Sardegna è legata al suo paese d’origine, infatti molti sono i paesi che annoverano  nella loro cultura più antica una caratteristica tipologia di pane. Spesso inoltre ogni festa tradizionale ha un suo pane tipico, reso originale nel gusto e nella forma, cesellato e ornato fino a diventare un merletto, oggetto di abbellimento della tavola, vera opera d’arte. Molti sono i pani rituali che assumono significato religioso, come ad esempio i “Pani di Santa Rita” benedetti e distribuiti agli ammalati, e simbolico come i bellissimi pani nuziali, portatori di fertilità e prosperità. - leggi tutto -

 

 

A Muravera la sagra degli agrumi

Itinerari turistici di gastronomia: A Muravera la sagra degli agrumi

 

E’ in programma per il 5-6-7 Aprile la sagra degli agrumi a Muravera, appuntamento che da anni si ripete per tre giornate di festeggiamenti in onore dei succosi e buonissimi agrumi del Sarrabus.

Quest’anno si svolge la 41° edizione della manifestazione che prevede un calendario ricco di interventi musicali, gruppi folk, sfilate di maschere, cavalieri e “etnotraccas” accompagnate da una conferenza-laboratorio sui balli tradizionali della Sardegna, alla quale parteciperanno noti etnomusicologi e antropologi, studiosi ed esperti del settore.

Molto interessante il convegno-dibattito su “Turismo, innovazione e produzioni locali”.

Un’occasione in più per festeggiare i frutti della natura, i prodotti sani e ricchi della nostra terra, per godere delle risorse naturali e culturali del Sarrabus, un momento di festa che da l’avvio alla nuova stagione turistica che si appresta ad iniziare, promuovendo il territorio, le sue tradizioni, i suoi prodotti più tipici.

Al suono delle launeddas e tra le coloratissime arance si potranno apprezzare numerose manifestazioni sportive, spettacoli di danze tradizionali, ammirare i manufatti artigianali locali, visitare le mostre tematiche, concorsi fotografici i musei itineranti.

Insomma un appuntamento da non perdere e da gustare fino in fondo.